Il Periodo Giurassico trae il proprio nome dalla catena montuosa del Giura. Iniziò circa 180 milioni di anni fa ed ebbe una durata di 45 milioni di anni. Di tutte le specie di vita che lo caratterizzarono, i più tipici esponenti furono i dinosauri, la cui classificazione si può riassumere in tre grandi gruppi. Il primo è costituito dai Sauropodi, dotati di collo e di coda lunghissima (es. Diplodoco, 24 m); il secondo gruppo comprendeva gli stegosauri, rettili corazzati che potevano raggiungere un peso complessivo di più di dieci tonnellate (con un cervello di solo 90 grammi); al terzo gruppo appartengono i teropodi, carnivori, animali che si reggevano sulle zampe posteriori, tra cui l'Allosauro, che poteva raggiungere anche dieci metri di lunghezza. Altri erano di minori dimensioni, ed alcuni raggiungevano a malapena un metro di lunghezza. Nelle basse-terre paludose vivevano dinosauri erbivori primitivi, forniti di un becco analogo a quello delle anitre. Tra i rettili provvisti di ali vi erano alcune specie di individui delle dimensioni di un attuale passero, ed altre di lunghezza superiore a un metro. Negli oceani dominavano ittiosauri e plesiosauri, ferosi carnivori di dimensioni spesso considerevoli. I mari erano affollati da una grande moltitudine di ammoniti (alcune con un diametro di più di un metro) e da gasteropodi, bivalvi, seppie (belemniti), echinodermi, crinoidei e foraminiferi. Dal Periodo Giurassico ebbero praticamente inizio lo sviluppo e la diffusione di due gruppi di grande importanza: intorno al primo gruppo, costituito dai primitivi mammiferi, possediamo alcune indicazioni o tracce rappresentate da frammenti fossili di mascelle e di denti appartenenti a un esemplare delle dimensioni di un topo, scoperto negli Stati Uniti e in Europa. Le prove che possediamo invece intorno all'esistenza del secondo gruppo di animali a sangue caldo sono rappresentate dai resti fossili di Archaeopterys, il più antico uccello conosciuto, rinvenuti nel calcare giurassico di Baviera.
Fra le piante, in quel periodo, erano diffuse cicadee, conifere, felci, ginkgi; quest'ultima specie trovò largo sviluppo attraverso l'intero Mesozoico, ma nelle epoche successive si avviò lentamente verso l'estinzione. Del periodo giurassico si conoscono più di mille specie di insetti tra le quali alcune forme attualmente viventi.



Previous Paths Next

Periodi dell'Era Mesozoica
Triassico|Giurassico| Cretaceo

I Dinosauri da Record

Argomenti del Periodo Triassico
Inizio del Periodo Triassico| L'epoca dei Dinosauri| L'origine dei Dinosauri
Saurischi ed Ornitischi
I primi Dinosauri| I Dinosauri erbivori| Il ritorno al mare
Rettili che si nutrono di Organismi Marini| Rettili volanti e Rettili plananti
I Paracadutisti
Argomenti del Periodo Giurassico
Le ammoniti| I Pesci Lucertola| Il Plesiosauro| I Coccodrilli
Le Piante terrestri del Giurassico| I Dinosauri più grandi
I Brontosauri acquatici|I Dinosauri Carnivori| I Dinosauri Aculeati
Le Mandrie di Erbivori| Rettili volanti rivestiti di Pelliccia
I Mammiferi con Pelliccia| Gli Atolli del Giurassico a Solenhofen
Il primo Uccello: Archaeopteryx| Il Ginkgo

Argomenti del Periodo Cretaceo
Le Praterie del Cretaceo|Artigli| I Mari di Gesso| I Serpenti di Mare
Gli Insetti del Cretaceo| I Primi Fiori| I Dinosauri Corazzati
I Dinosauri Zucconi| I Dinosauri dotati di corna
I Dinosauri a Becco d'Anitra| L'Asilo-nido dei Dinosauri| Il Tyrannosaurus Rex| Duello Mortale| I Dinosauri Struzzo| Una Corazza Particolare
Gli Uccelli dentati del Cretaceo| L'Ascesa degli Uccelli| Il Quetzalcoatlus
I Mammiferi notturni

L'estinzione dei Dinosauri: catastrofe improvvisa o morte lenta?

DinoRings



View my Graphic Web Graphic by Bora

Mail to Bora Sign and View my Guestbook
Affida la tua mail al mio postino...
È lento ma arriva sempre!
Corri anche tu a firmare
il mio guestbook



Quick-Mail
Name:
E-mail:
Message to Webmaster:


Visitors: