Ma ora entriamo nel castello, visitiamo le enormi stanze e la stupefacente struttura amalgamata con la roccia, intagliata nella parete della montagna.
0 - portineria
1 - atrio d'entrata
35 - scalinata
36 - cantina del castello
37 - corridoio inferiore (sarcofago del conte di Windischgaetz)
36 - cortile interno coperto (due cannoni e focolare)
All'atrio del castello si accede dallo spiazzo antistante mediante ponte levatoio, per poi passare al primo piano della torre rinascimentale ed entrare in una specie di salone oggi adibito a luogo in cui viene illustrata la struttura del castello, la sua edificazione, la sua storia ed i suoi proprietari.
2 - salone inferiore (informazioni sul castello e la grotta)
3 - corridoio di collegamento inferiore (balaustra inferiore)
28 - scalinata con bacinella in pietra. 29 - sala dei cavalieri
30 - canile dei cani da caccia
31 - archivio
32 - sala per le udienze riservata agli uomini
33 - ripostiglio delle vettovaglie
34 - officina del fabbro
Il percorso della visita si snoda lungo le scale sino al piano superiore nelle cui pareti sono esposti i ritratti dei proprietari del castello ed i loro rispettivi stemmi.
Le scale s'inerpicano sino alla soffitta, che nel passato era adibita a compiti di difesa, poichè da questo posto venivano gettate sul nemico gragnuole di pietra, acqua e resina bollenti.
4 - salone superiore (con ritratti e stemmi del proprietario del castello)
5 - corridoio di collegamento superiore (con balaustra)
7 - sala per le udienze riservata alle dame
8 - focolaio superiore
9 - apertura sopra l'officina del fabbro
10 - scalinata
25 - sala centrale (per i banchetti)
26 - sentiero vecchio per il castello di Erasmo
27 - cucina con focolare e baratro.
Quindi si discende al piano sottostante e si raggiunge lungo la balaustra la sala in cui il signore del castello soleva concludere udienza, dove sono visibili i resti dell'antico focolaio e dell'antro della fucina.
Sulla sinistra, accanto alla scalinata si trova lo spazio centrale - la sala dei banchetti.
Accanto ad essa è visibile il vecchio sentiero sino al castello di Erasmo ed alla fine la cucina medievale con il focolare sotto la roccia - l'unico esistente in Slovenia - mentre il baratro nel mezzo della cucina rendeva possibile l'accesso alla scuderia dei cavalli; quindi, da seduti alla tavola praticamente in un attimo in sella per cavalcare verso il riparo dei boschi.
La foto a sinistra, mostra il baratro situato nella cucina da dove i cavalieri scivolavano direttamente alle scuderie per nascondersi nei boschi e scappare da eventuali pericoli. Questo baratro, attualmente per il pubblico, è protetto da una spessa lastra di vetro che protegge dal pericolo di accidentali cadute e quindi mi scuso se la foto non è delle migliori, ciò è dovuto al riflesso del vetro che risulta notevolmente evidente.
6 - soffitta della torre di difesa con feritorie e scolatoi
11 - corridoio (sala riservata alla caccia)
12 - terrazzo
13 - angolo di Erasmo (ove venne colpito dalla pallottola)
14 - sentiero del belvedere (nel mezzo della parete)
15 - sala superiore (caminata in stile XIX secolo)
16 - cappella del castello dedicata a Santa Anna (Pietà)
17 - sacrestia (locale del cappellano del castello)

Il percorso ci conduce al terzo piano con il corridoio dedicato alla caccia e la sala superiore che era l'unico vano riscaldato del castello, la cosiddetta caminata. Probabilmente questa è l'ala del castello che è stata edificata per prima. In questo posto si sedeva, si chiacchierava, ci si riposava, si amoreggiava e si peccava pure.
Perciò subito dietro si trovava la cappella del castello per cui il peccatore non aveva necessità di entrarvi, ma riceveva l'assoluzione direttamente nella sala piacevolmente riscaldata, nella quale aveva peccato.
Subito accanto alla cappella si estendono i locali riservati al cappellano.
In questo punto ci si incammina sino al terrazzo da cui si gode uno splendido panorama sul villaggio sottostante, sulla chiesetta e sul tiglio, che venne piantato in ricordo di Erasmo dalla sua fanciulla amata.
L'estrema costruzione esposta, annessa al terrazzo è quel luogo di sventura in cui il masso fatale, scagliato dai nemici avrebbe raggiunto Erasmo.
In questa foto, mi trovo accanto alla porta del luogo in cui Erasmo fu ucciso e si possono notare le munizioni dell'epoca, le grosse palle di pietra che venivano usate con la catapulta.
Sopra questo terrazzo si trova una grotta - un cunicolo naturale ci conduce sino ad un altro punto di belvedere, sito nel mezzo della parete.
Anche questo era un posto di vedetta, dove si montava la guardia giorno e notte e da qui si poteva tener sotto controllo tutta la vallata ed evitare così eventuali attacchi nemici. In questa foto si può notare la scala scavata nella roccia formata da ampi e ripidi gradini che permette di raggiungere la cima.
18 - corridoio in soffitta con campanello
19 - tesoreria (locale con il tesoro del castello)
20 - locale del corpo di guardia
21 - osservatorio in soffitta
Il percorso della visita continua al quarto piano del castello, che era interamente adibito alla servitù ed in particolare al corpo di guardia. In questo luogo si trovava un osservatorio coperto che gode di unt'ottima visuale sul villaggio, nel mezzo del corridoio si trovava un campanello che a quei tempi aveva probabilmente un'importante funzione d'allarme, quindi un ampio dormitorio e sala diurna per il corpo di guardia. Oltre a questo locale in questo piano c' la sala dove viene esposto il tesoro rinvenuto nella cantina del castello risalente alla seconda metà del XVI secolo.
22 - armeria
23 - ponte levatoio di accesso al castello di Erasmo
24 - Castello di Erasmo
Quando ci si inerpica al quinto piano, si può osservare l'armeria che si trova tra muri lavorati.
Dal corridoio sovrastante, un tempo lungo un ponte levatoio ed oggi lungo le scale, si arriva all'uscita segreta del castello di Erasmo dal quale si snoda un collegamento sotterraneo verso la libertà, sino alla solatia Vipava, terra delle ciliege.
Qui si vede il ponte di legno che dopo ben cinque piani del castello collega la vera dimora di Erasmo, una grotta naturale nella montagna, aspra nel suo percorso, con gradini alti e scivolosi.
Castello di Erasmo
Cunicolo sopra il castello: il rifugio detto "il vecchio castello di Erasmo" risalente alla seconda metà del XV secolo.
Da questo punto si scende lungo le scale passando accanto alla caminata ed alla sala banchetti, sino al secondo piano, passando accanto ad una bacinella in pietra per l'acqua, per arrivare alla sala dei cavalieri.
Da qui si accede a due interessanti stanze: all'archivio per i documenti di famiglia ed allo spazio per i cani da caccia, basso sotto la roccia. Si tratta di un piano molto importante, quasi riservato agli uomini. In questi spazi effettivamente le donne non avevano un vero accesso.
Proprio alla base, sotto questi spazi, si trovava solamente la cantina del castello, il rispostiglio per le vettovaglie e più avanti, lungo il corridoio uno spazio che probabilmente era riservato ai deceduti, per donare loro l'estremo saluto prima di sotterrarli nell'appartato cimitero.
Attraverso il cortile aperto e l'atrio interno nella torre rinascimentale, ci si lascia alle spalle questo meraviglioso castello nella roccia, colmi di novelle esperienze.
È un'escursione indimenticabile che consiglio a tutti di provare se passate dalle parti di Postumja, in Slovenia e solo per mancanza di tempo non abbiamo potuto andare a visitare le meravigliose grotte che sono famose in tutto il mondo.
Spero comunque che in queste pagine io sia riuscita a trasmettervi tutte le emozioni e le incredibili sensazioni che si provano a ritornare a ritroso nel tempo e come nelle vecchie favole..... "C'era una volta...." diremo, ma poi usciti dalla porta principale si ritorna all'amara realtà.


Il brano in background è "Orientis Spartibus", un motivo popolare medievale

If you want to sign my guestbook, clik on the left warrior and if you want to see my guest clik on the right warrior.

Se vuoi firmare il mio guest, clicca sul guerriero di sinistra e se vuoi vedere i miei ospiti clicca sul guerriero di destra.
Firma il mio guest e dimmi se sei stato soddisfatto della gita Guarda pure quanti turisti sono venuti a visitare il castello....

Il castello ha una immensa rete di grotte... scoprile nella prossima pagina

Torna alla storia del castello Vai al sistema di grotte sotto il castello
Torna alla home Non rubare grafica, acquistala....scrivimi e ci metteremo d'accordo! Scrivimi se hai piacere...

This page was created by Bora, ©1999
The Castle set is made by Bora!

Sito segnalato nella sezione archittetura da Medioevo Italiano

Home|Sitemap|Graphic sets index|Initcaps index|Mail

Thous Shalt Honor the Artists, Writers and Creatives of this World C'è chi può e chi non può...

Quick-Mail
Name:
E-mail:
Scrivi a Bora