Nella parete rocciosa a strapiombo che si erge per 123 metri, nella quale si trova incastonato il particolare castello, ci sono numerose entrate naturali che portano al sottosuolo carsico, in un interessante intreccio di gallerie collegate tra loro, disposte in più punti sovrapposti da un'altezza di 570 m sino a 433 m. Quindi l'intreccio di gallerie e cunicoli dietro il castello in realtà è profondo circa 140 m, mentre sono oltre 7.500 i metri di grotta già esplorati.
Questo sottosuolo è stato plasmato attraverso milioni di anni dal torrente a scomparsa Lokva, che negli strati calcarei corrosi e pieni di spaccature dei monti Nanos e Hrusica ha creato un vero e proprio formaggio groviera. Le acque del torrente Lokva scorrono per 13,5 km. verso il fiume Vipava, fornendo in tal modo nuova linfa all'Adriatico, mentre il fiume Pivka che scorre nelle grotte di Postumia fornisce le proprie acque al molto più lontano Mar Nero. Per i ricercatori del Carso e del suo sottosuolo c'è ancora un'immensa mole di lavoro, poichè attualmente è nota solamente la decima parte del cammino sotterraneo delle acque verso Vipava. Il furbo Erasmo soleva invece scalare un cunicolo più corto sino alla superficie ed andare a Vipava a rifornirsi di ciliege attraverso Hrusica.
Si può visitare parte di questo sottosuolo percorrendo il sentiero davanti al castello che conduce 25 metri più in basso, di fronte all'entrata edificata della grotta denominata Konjski hlev (Scuderia dei cavalli).
In essa gli archeologi hanno trovato tracce di presenza umana risalenti al neolitico e più tarde. Subito dopo l'entrata si trova sulla sinistra una finestra cunicolare, dalla quale si gode la vista sul baratro della Lokva, 28 metri più in basso.
Il braccio principale della grotta svolta dopo il Konjski hlev verso oriente. Sulle sue pareti si trovano le firme di molti visitatori delle grotte, di cui alcune risalenti al XVI secolo. Il braccio è stato plasmato dalla potente corrente delle acque e, visti gli affossamenti del terreno e le cupole del soffitto, da turbinanti gorghi. Qua e là le pareti ed il soffitto sono adornati da formazioni stalattitiche.
Attraverso un angusto passaggio scavato nella roccia, si entra nella Velika dvorana (Sala grande), colma di massi franati, poichè si è formata in occasione di una forte frattura e da essa continuano delle gallerie che portano ai due piani inferiori e ad uno superiore. A destra si svolta lungo il sentiero in salita sino alle scale, sulle quali si sale sino al Netopirjev rov (grotta del pipistrello) ed ancora più in alto, attraverso i cunicoli superiori sino all'uscita, che si trova 25 metri sopra il castello. Accompagnati da un'esperta guida speleologica si può passare dalla Velika dvorana attraverso la stara jama (Grotta vecchia) sino alla Velika luknja (Buco ventoso), ove è stato scavato un passaggio per la Crna dvorana (Sala nera), lungo 120 m, larga 35 m ed alta 40 m, oppure ancora più avanti, sino al sifone del torrente Belscica nello Vzhodni rov (Grotta orientale).
Per gli speleologi esperti in questo sottosuolo ci sono molte altre grotte e gallerie a disposizione, ma attraverso esse nessuno è ancora arrivato a Vipava, mentre ogni visitatore ritorna alla superficie entusiasmato del misterioso regno sotterraneo di Erasmo di Predjama.



Il brano in background è "Volez Chant", un motivo pololare medievale

If you want to sign my guestbook, clik on the left warrior and if you want to see my guest clik on the right warrior.

Se vuoi firmare il mio guestbook, clicca sul guerriero di sinistra e se vuoi vedere i miei ospiti clicca sul guerriero di destra.
Firma il mio guest e dimmi se sei stato soddisfatto della gita Guarda pure quanti turisti sono venuti a visitare il castello....

Torna alla visita del castello Vai alla mia pagina personale
Torna alla home Non rubare grafica, acquistala....scrivimi e ci metteremo d'accordo! Scrivimi se hai piacere...

This page was created by Bora, ©1999
The Castle set is made by Bora!

Sito segnalato nella sezione archittetura da Medioevo Italiano

Home|Sitemap|Graphic sets index|Initcaps index|Mail
Awards|Win my award|About Me

Thous Shalt Honor the Artists, Writers and Creatives of this World C'è chi può e chi non può...

Quick-Mail
Name:
E-mail:
Scrivi a Bora